wedding planning

puntare…

Bene… carta, penne colorate, bussola funzionante, un po’ di musica in linea con il mio umore e soprattutto concentrazione!!

Sono gli elementi che ho oggi sopra il mio tavolo… Sto imbastendo i miei progetti e canalizzando le mie idee!

Qui si parla di dove voglio arrivare… e sapete una cosa, mi sono sorpresa nel trovarmi abbastanza pretenziosa, ma si parla anche di focalizzare bene il traguardo, per indirizzare tutte le energie là!!

E’ incredibile, io faccio spesso questo errore e mi capita di parlare e conoscere persone che hanno la mio stesso disorientamento… cerco affannosamente di arrivare da qualche parte senza soffermarmi troppo nel mettere a fuoco il DOVE voglio arrivare!

Così, seguendo uno dei consigli più semplici e lineari sto scrivendo nero su bianco quello che voglio!

Tengo in considerazione la mia formazione e il percorso che ho fatto, ma soprattutto lascio che sia la mia pancia e il mio istinto a dettare le coordinate della mia meta. Poi controllo che il tutto si addica con quelli che sono i miei punti forti e guidata da una voce amica programmo i miei prossimi 5 anni!!

Nuovi servizi, sperimentati solo in parte che hanno avuto buoni risultati, più tempo dedicato a quello che davvero devo fare e traguardi che saranno sempre più vicini!

Sto davvero mettendo tutte le mie vocine interiori sulla stessa frequenza… è dura ma piano piano ci sto riuscendo!!

… grazie Silvia per questa bella ri-sintonizzata! 🙂

1 Comment

… gli inizi

Quando vado avanti, spesso do prima una sbirciata al passato, mi carico per avere la giusta spinta e la curiosità di voler andare oltre.

Mi piace proprio tanto quel brivido che l’euforia del nuovo mi da… è come se mi desse il coraggio per provarci… della serie VAI e TENTA, se poi non ci arrivi, tiraci il cappello!

Lo ammetto, tutto questo ha un non so ché di folle e incosciente ma è pur sempre una parte di me!

Quando ho iniziato questo lavoro, il tutto è partito rivolgendo lo sguardo alla comunicazione, mia grande passione e costante variabile della mia vita!

Offrendo con la mia neonata agenzia Youco più servizi, tra cui l’organizzazione matrimoni, il trovarmici dentro è stata una dolce sorpresa!

Di base sono una persona che su ogni cosa, che sia un rapporto, una chattata, chiacchierata o non so neanche io cosa, ci mette tutto e il meglio, non perché io voglia fare la saputella/saccente, ma per soffocare quella paura con cui vado a braccetto del non essere mai abbastanza.

E così, faccia  faccia con la mia prima coppia è stato un lavoro assurdo capire, informasi, applicare le regole dell’organizzazione eventi ai matrimoni e metterci tutta la professionalità del caso.

Quando si inizia con questo lavoro, spesso si pensa che il grosso sia legato alla creatività e all’amore per il tulle e le decorazioni… in realtà io non sono mai stata una tipa “fioccosa”, ma so che questo è un lavoro adatto a me perché ho sentito fin da subito la responsabilità morale e professionale verso quei due ragazzi innamorati che avevo difronte!

Qui si parla di:

– appuntamenti con il commercialista per trovare la forma più adatta per regolare gli aspetti economici

– consulti con un avvocato per stilare dei contratti appropriati

– mille tentativi di scrivere la mail nel modo giusto, per essere professionali e al tempo stesso premurosi

– prove su prove per creare il giusto preventivo, offrendo il servizio di cui davvero necessitano gli sposi

– stilare budget e saper trattare con fornitori di ogni tipo

– creare timing e report su ciò che si fa

… per non parlare dell’importanza del primo incontro, per improntare un’atmosfera gradevole che agevoli un rapporto spontaneo e semplice con la coppia che hai davanti. Si tratta di fiducia, di avere l’opportunità di condividere quel momento così speciale con loro, di supportarli moralmente, di risate e confronti… di avere l’opportunità di fare questo lavoro!

Sono 4 anni, anzi quasi 5 che faccio la WP o che almeno ci provo e sono davvero felice di tutto quello che ho fatto e imparato… Anche se a volte tentenno e metto in dubbio che questa sia la giusta direzione, mi piace pensare che ho dato tanto per arrivarci, perché significa che dentro ho davvero quella spinta!

Ho chiesto a delle persone se poteva avere un senso scrivere di questo e loro mi hanno detto che conoscere le esperienze di altri è un buon modo per capire cosa significa prendere certe strade…

Perciò a chi di voi vuol iniziare dico che questo è un bel lavoro, che come tale va preso con il massimo della serietà e professionalità, che vi permetterà di vedere, fare e conoscere un sacco di cose e che ne vale davvero la pena!!

1 Comment

… il coraggio

Dopo una bella chiacchierata per riuscire a trovare un giusto modo per ottimizzare i miei tempi e le mie energie… ho dei compiti da fare, priorità da stilare, liste da compilare e tanta  curiosità di vedere le evoluzioni di questa nuova esperienza!

Ci vorrà un po’, ma vedremo…  a dirla tutta spero che i frutti si vedano presto perché il bianconiglio che mi assilla con il suo “corri, corri è tardi sai…” rischia davvero la vita!!

Sabato mattina, mentre facevo colazione con una sposina di aprile, parlavamo di come a volte si rinunci anche al semplice sognare… e io mi sono ritrovata a dirle di tenere duro, di non arrendersi perché nella vita i treni passano e sta a noi prenderli e avere il coraggio di goderci quel viaggio… e oggi mentre leggevo un suo messaggio con su scritto che le avevo dato un po’ di fiducia, mi sono resa conto di quanta voglia io abbia di continuare e di riuscire in quello che mi piace davvero fare.

Di questi tempi in molti dicono che è il momento di essere concreti e di non perdersi dietro ai sogni, in effetti la realtà delle spese mensili i piedi ben fissi a terra me li tiene, ma come posso rischiare di perdere anche me stessa?!

Non sono una persona che si fa problemi per rimboccarsi le maniche e trovare soluzioni, l’ho sempre fatto e non è la fatica che mi preoccupa o mi fa stare male, ma è il privarmi di opportunità che mi soffoca!

Sapere che ci sono molte altre persone che la vedono come me, mi da forza e mi incoraggia!!

Il mio start-up è stato davvero curioso… sono 4 anni che faccio questo lavoro e quando ho iniziato non ero sola, le idee e gli stimoli sembravano venire solo dall’altra parte… e quando il lavoro è decollato c’ho messo un po’ per capire che in realtà  il tutto era anche merito mio… Il rimanere da sola, rendendomi conto che non tutte le persone sono leali, è stata una bella botta e ancora un pochino ne risento!

Il bello però, sta nel fatto che ho imparato tanto e sto consolidando la mia autostima 😉

… in fin dei conti se le cose hanno funzionato e se ancora vanno avanti è merito MIO… tutto MIO… io ho tenuto duro, io c’ho creduto, io c’ho messo la fatica, le lacrime, la faccia e le palle (passatemi il francesismo) e quindi non posso mollare ora!

Analizzare quanto fatto e come poter andare oltre è una cosa che ho intenzione di affrontare e magari condividere per correggere il tiro… intanto un abbraccio a tutti!!

… e tu caro bianconiglio gira alla larga!!!

8 Comments

… essere una wedding planner

E’ un periodo della mia vita dove ci sono momenti, situazioni e frasi ricorrenti… una sorta di déjà vu che spesso mi viene a salutare!

Aspetto che arrivi il momento in cui capirò perché questo accade… e per ora rifletto e metto da parte le energie per rimboccarmi le maniche e andare dritta verso la meta che sto provando a definire!

Sto cercando spunti, idee e stimoli perché la mia sete di scoprire e di nuovo è sempre più pressante… e soprattutto perché sono disorientata dalla routine! Le persone che ho vicino sembrano avere un po’ la mia stessa necessità… è vero che mal comune mezzo gaudio, ma come dire…. svoltarla sarebbe decisamente meglio!!

Così, per ottimizzare ho chiesto supporto ad un’amica per avere dei consigli su come canalizzare le energie e rendere produttivo al massimo il mio lavoro… Sono sempre stata una piccola iperattiva un po’ folle… e questo è molto stimolante perché mi permette di lavorare su ambiti diversi e conoscere nozioni e persone differenti, ma spesso tutto questo fa si che il senso di responsabilità sia talmente grande da coprire in toto il piacere della varietà, soffocando l’entusiasmo ed esaurendo le energie.

Mi è capitato in passato e a volte mi succede anche ora, di non riuscire più a distinguere ciò che faccio per dovere da quello che voglio fare per piacere…

E mi chiedo se è davvero giusto affannarsi così tanto per non deludere gli altri, finendo con il non avere più la percezione di quello che fa bene a me!

Credo che aver scelto di provare strade diverse, da quelle che sembravano già ben tracciate per me, abbia scombussolato chi mi vuole bene da sempre… e così per non far male a loro cerco sempre di prendere una posizione che accontenti loro e me!!

Complicato e come dicevo disorientante… ma non mollo!! Silvia, una collega che in questo periodo mi è vicina, mi sostiene molto e ogni tanto mi fa una bella iniezione di autostima… e come dice lei: ce la posso fare!

Si! Ce la farò alla grande…in fin dei conti fin ora ce l’ho fatta e con buoni risultati… ora devo solo ricalibrare il tiro, prendere un bel respiro e andare dritta dritta nella diritta direzione!

Buon week end!

1 Comment

pensieri da wedding planner ;)

Oggi ho avuto un incontro molto curioso, mi sono trovata a parlare del mio lavoro con una persona che mi chiedeva quali potevano essere le difficoltà di noi Wedding Planner… per lo meno qui in Umbria…

Io non so se le mie colleghe posso riscontrare i “problemi” che incontro anche io, ma mi piacerebbe avere un confronto a riguardo.

Non voglio fare quella brontolona che punta il dito, ma effettivamente ci sono delle cose che a volte mi lasciano perplessa…

Una delle prime esperienze che mi ha stupito, è stato rendermi conto che la maggior parte delle ragazze che vogliono fare le W. P. sono giovani sposine fresche di  matrimonio, che entusiaste di come hanno gestito l’organizzazione vogliono farne il proprio lavoro.

So quanto sia bello questo mondo e quanto possa sembrare semplice  e gestibile, ma in realtà, occuparsi della pianificazione del matrimonio di una coppia, è per me una grande responsabilità, tutt’altro che semplice e non sempre bello e creativo.

1. capire cosa vuole una coppia per il loro grande giorno, non è così banale

2. realizzarlo con il loro budget, trovando soluzioni alternative e a volte farli ragionare su come sogni e realtà non sempre vadano di pari passo è davvero complicato

3. questo lavoro mette insieme sogni, aspettative, ansia, stress e soldi… un mix non sempre semplice da gestire.

Avere una preparazione, tenersi aggiornate, confrontarsi con colleghe è fondamentale… noi offriamo un servizio e alla base di tutto deve esserci tanta tanta professionalità.

Io credo che per essere riconosciute come delle professioniste, e non come delle ragazze che fanno questo lavoro per tenersi occupate, dobbiamo noi per prime crearci un bagaglio professionale serio e solido… o per lo meno proviamoci!!! 😉

… ecco… basta! Se no qui inizio la settimana con un maga polentone… ma avevo davvero bisogno di aprirmi un po’ su quest’argomento…

baci e abbracci… come dico la mio migliore amico… e buon inizio settima a tutti!!

4 Comments