Quando vado avanti, spesso do prima una sbirciata al passato, mi carico per avere la giusta spinta e la curiosità di voler andare oltre.

Mi piace proprio tanto quel brivido che l’euforia del nuovo mi da… è come se mi desse il coraggio per provarci… della serie VAI e TENTA, se poi non ci arrivi, tiraci il cappello!

Lo ammetto, tutto questo ha un non so ché di folle e incosciente ma è pur sempre una parte di me!

Quando ho iniziato questo lavoro, il tutto è partito rivolgendo lo sguardo alla comunicazione, mia grande passione e costante variabile della mia vita!

Offrendo con la mia neonata agenzia Youco più servizi, tra cui l’organizzazione matrimoni, il trovarmici dentro è stata una dolce sorpresa!

Di base sono una persona che su ogni cosa, che sia un rapporto, una chattata, chiacchierata o non so neanche io cosa, ci mette tutto e il meglio, non perché io voglia fare la saputella/saccente, ma per soffocare quella paura con cui vado a braccetto del non essere mai abbastanza.

E così, faccia  faccia con la mia prima coppia è stato un lavoro assurdo capire, informasi, applicare le regole dell’organizzazione eventi ai matrimoni e metterci tutta la professionalità del caso.

Quando si inizia con questo lavoro, spesso si pensa che il grosso sia legato alla creatività e all’amore per il tulle e le decorazioni… in realtà io non sono mai stata una tipa “fioccosa”, ma so che questo è un lavoro adatto a me perché ho sentito fin da subito la responsabilità morale e professionale verso quei due ragazzi innamorati che avevo difronte!

Qui si parla di:

– appuntamenti con il commercialista per trovare la forma più adatta per regolare gli aspetti economici

– consulti con un avvocato per stilare dei contratti appropriati

– mille tentativi di scrivere la mail nel modo giusto, per essere professionali e al tempo stesso premurosi

– prove su prove per creare il giusto preventivo, offrendo il servizio di cui davvero necessitano gli sposi

– stilare budget e saper trattare con fornitori di ogni tipo

– creare timing e report su ciò che si fa

… per non parlare dell’importanza del primo incontro, per improntare un’atmosfera gradevole che agevoli un rapporto spontaneo e semplice con la coppia che hai davanti. Si tratta di fiducia, di avere l’opportunità di condividere quel momento così speciale con loro, di supportarli moralmente, di risate e confronti… di avere l’opportunità di fare questo lavoro!

Sono 4 anni, anzi quasi 5 che faccio la WP o che almeno ci provo e sono davvero felice di tutto quello che ho fatto e imparato… Anche se a volte tentenno e metto in dubbio che questa sia la giusta direzione, mi piace pensare che ho dato tanto per arrivarci, perché significa che dentro ho davvero quella spinta!

Ho chiesto a delle persone se poteva avere un senso scrivere di questo e loro mi hanno detto che conoscere le esperienze di altri è un buon modo per capire cosa significa prendere certe strade…

Perciò a chi di voi vuol iniziare dico che questo è un bel lavoro, che come tale va preso con il massimo della serietà e professionalità, che vi permetterà di vedere, fare e conoscere un sacco di cose e che ne vale davvero la pena!!

1 Comment

1 Comment on … gli inizi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *